La strada per San Leo: voce del fiume e profumo di felicità

Ci sono luoghi che ti fanno sentire bene. Luoghi in cui ti senti libero e ti sembra di sentire il profumo della felicità. Il mio posto è questo. È sulla strada che da Secchiano ti porta a San Leo. Faccio un giro e in un attimo sono lì, a meravigliarmi cento volte e altre cento ancora, della bellezza infinita di questo posto.

fiume-marecchia-valmarecchia

Qui di notte ho trovato i cerbiatti e di giorno, la pace. Un panorama che ti toglie il respiro da quanta bellezza ha. Maestose queste colline, enorme questo cielo che ti sovrasta e ti lascia respirare ancora di più. I polmoni si riempiono di aria pulita, inspiro ed espiro.

E la mente si distende.

San-Leo-Emilia-Romagna

Un’immensità avvolgente: semplicità e il suono meraviglioso del silenzio.

La Domenica vado spesso a passeggiare in questi campi. Ogni tanto mi fermo a parlare con qualche contadino, che mi parla in romagnolo stretto e allora si che ci capiamo a gesti. Io ammiro tantissimo i contadini, vivono di natura e bellezza tutto il giorno.

Che sensazione di libertà. Il silenzio tutto intorno, solo qualche macchina ogni tanto a disturbare la quiete dei pochi abitanti di questa collina e a far spaventare gli uccelli appollaiati sugli alberi.

Mi guardo intorno e non c’è nessuno.

San Leo-Emilia Romagna

Si sente il vento qui, tira più forte perché siamo vicino al fiume. Il Marecchia scorre veloce in questi giorni, dopo le nevicate intense tra Febbraio e Marzo fa sentire anche lui la sua voce.

Mi piace mettermi su questo balcone ad ascoltare il suono dell’acqua del fiume che scorre: mi sembra che racconti le vite delle persone che gli abitano attorno.

Quante altre storie racconterà?

E poi qui c’è una piccola chiesetta, che si gode questo panorama dalla mattina alla sera e ascolta tutte le preghiere dei viandanti come me. Si, sono un viandante. Lo ero da piccola e lo sono ancora.

Ne vado fiera.

CHiesa-Borgo-Piega-San-Leo

È il mio rifugio e ho la sensazione che per sempre lo sarà. Ma è troppo bello per non raccontarlo. Io passo parola a chi vorrà scoprire di più leggendo questo post.

Benvenuti nei paesaggi della Gioconda.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.